Costruttori di speranza



Incontra Monaliza Reyes

Monaliza Reyes è la funzionaria responsabile di Save Children's Life per le Filippine.


Nome:  MONALIZA Q. REYES, R.S.W

Posizione: Responsabile Paese

Località:  Manila Philippines

Missione: assicurarsi che i bambini, le donne, gli anziani e la comunità in generale possano usufruire dei servizi sociali e sanitari.

Assigned areas: le zone di intervento sono definite in collaborazione con il presidente di Save Children's Life. Attualmente sono annoverate tra le a

E-mail: monaliza@savechildrenlife.org

RESPONSABILITA'

 

DOVERI AMMINISTRATIVI

Daily Routine:

  1. Visionare la corrispondenza ed essere in grado di rispondere con efficacia a problemi specifici, richieste e questioni urgenti provenienti dai colleghi di Save Children's Life presso gli uffici locali e internazionali e quelli dei partners.
  2. Assicurarsi che tutto venga riportato a dovere.
  3. Adempiere ad altri doveri e responsabilità affidati dal presidente di Save Children's Life.

FIELD WORK

  1. Disponibile a viaggiare per il paese per effettuare visite in loco presso partners e beneficiari.

  2. Possedere buone capacità interpersonali per interagire con efficacia all'interno degli uffici nazionali (Manila-Cebu-Mindanao) e con i colleghi internazionali ed essere sempre informata e aggiornata sulle loro attività.

  3. Contattare e incontrare partner potenziali.

 

NETWORKING

  1. Essere in grado di collegarsi e di lavorare e di interfacciarsi in rete con organizzazioni diverse, come agenzie governative, associazioni non-governa

 

COUNSELLING

  1. Fornire informazioni ai beneficiari per le questioni amministrative, sociali e sanitarie.

  2. Facilitare un sistema di riferimento, se necessario

  3. Seguire in prima persona o tramite terzi i casi individuali o famigliari

  4. Facilitare servizi di consultazione per donne, anziani, giovani e bambini provenienti da aree depresse.

 

CAMPAGNA INFORMATIVA E DI ISTRUZIONE

  1. Condurre campagne informative e di sensibilizzazione sui diritti dei bambini, delle donne e su altre leggi che possano interessare le loro vite nella società.

  2. Condurre campagne informative e di sensibilizzazione o seminari sul diventare genitori, sulla salute in gravidanza e altri servizi che possano essere di beneficio per i partecipanti.

 

QUALI SONO LE TUE SFIDE?

 

     Nella città di Manila, soprattutto in aree depresse come PAYATAS, esistono moltissime questioni e sfide sociali che devono essere prese in considerazione. Dato che mi occupo anche di sviluppo sociale, ho osservato Payatas, Quezon City, il mondo esterno: Payatas è sinonimo di povertà nel peggiore dei suoi aspetti: gruppetti di uomini, donne e bambini che si riuniscono su montagne di immondizia, raccogliendo i rifiuti altrui per sopravvivere. Tutti sono acutamente consapevoli che centinaia di loro parenti, amici e vicini, che erano impegnati nelle stesse attività tre anni fa furono sepolti vivi in quell'orribile valanga del 2000.

I rifiuti dominano l'aspetto fisico, economico e psicologico della comunità. Tra le questioni attuali che interessano le vite delle persone che vivono in quella zona, c'è l'elevatissimo rischio e la tendenza a contrarre malattie provocate dal contatto non protetto e insano con l'immondizia.

La maggior parte dei bambini che vivono qui mettono a rischio la loro salute molto di più, in quanto sono costretti a lavorare scavando tra i rifiuti con regolarità. Questi bambini, inoltre, sono malnutriti e totalmente esclusi dai servizi sociali e sanitari di base.

Nonostante questo, molti bambini trascorrono gran parte del loro tempo in discarica, giocando o aiutando i loro genitori a vendere gli oggetti di plastica. Anche se non ci si aspetta da loro che contribuiscano in maniera determinante al bilancio familiare, la loro esposizione precoce ai cumuli di rifiuti funge da anticipazione o da prima familiarizzazione con il tipo di vita che, in tutta probabilità, condurranno dopo pochi anni. Per gli scavatori di rifiuti, giovani o vecchi che siano, che hanno fatto della raccolta delle immondizie il loro mezzo di sopravvivenza, la discarica è diventata il centro delle loro vite.

Moltissimi giovani abbandonano la scuola perché si impegnano nello stesso tipo di lavoro, e questo vale anche per le donne che dipendono molto da quanto guadagnano con i rifiuti per poter sopravvivere.

La maggioranza delle persone che vivono qui non hanno abbastanza informazioni su dove rivolgersi per avere assistenza, in caso di bisogno. D'altro canto, non hanno i mezzi per accedere ai servizi primari come quelli sociali e sanitari, perché le loro conoscenze sono molto limitate e, nel peggiore dei casi, si trovano intrappolati in una situazione di malattia così estesa e debilitante, da non poter andare in ospedale perché non hanno soldi per curarsi. Oltre a questo, ho visto che molti di loro vengono privati dei loro diritti di base, in quanto donne e bambini, e non sanno nemmeno dell'esistenza di tali diritti.

Molte associazioni religiose, agenzie governative e non governative, cercano di tamponare la falla nei servizi sociale di base avviando programmi di alimentazione, cure mediche, incoraggiando a credere nel proprio valore e fornendo istruzione, anche di tipo religioso, ma purtroppo non possono fare altro che intaccare la superficie.

Ne consegue che si sente fortissima la necessità di servizi complementari per affrontare i bisogni e i problemi delle comunità svantaggiate, soprattutto di quelle persone che vivono in povertà e che sono emarginate.

Spero, entrando a far parte di Save Children's Life, di poter fare di più per aiutarli a sostenere il loro fardello e i loro bisogni semplicemente permettendo loro di accedere ai servizi sociali e sanitari di base, di continuare a condividere con loro informazioni sui diritti dei bambini e delle donne, e di tutte quelle attività che potrebbero apportare benefici per loro.

 

 


Copyright © 2005-2008 Save Children's Live onlus